26 aprile – Libera – Modena

blackgust_02

Posted in General | Leave a comment

ATLANTIDE SI MUOVE PER RESTARE DOV’E’ !!!

APPUNTAMENTO PER VENERDì 11 APRILE ALLE 18 IN PIAZZA DI RE ENZO!!!!

atlantide_resiste_oki-page-001

Posted in General | Leave a comment

Atlantide lotta per vivere

Atlantide è uno spazio comune, non (del) Comune

20140307_204747

Non è più tempo di camuffare le nostre esperienze di autogestione e autorganizzazione  iscrivendole in un registro. Non è più tempo per la “normalità” delle convenzioni.
Non è più tempo di permettere che ci mettano a(l) bando.
E’ il tempo di rivendicare a viso aperto tutto l’orgoglio per la nostra diversità.
Atlantide resta dov’è.

 

Info: http://atlantideresiste.noblogs.org/

Atlantide é la sede di gruppi femministi, lesbici, gay, queer e punk dal 1998.
Sono questi stessi gruppi che da allora hanno vissuto, fatto vivere e aperto alla città di Bologna e non solo, il cassero di Porta Santo Stefano.
Lo hanno fatto promuovendo libertà e autonomia per le donne, visibilità politica e (auto)organizzazione femminista e lgbtiq, autoproduzione e distribuzione culturale indipendente, socialità non mercificata.

La nostra forza sta in questa storia, ma é proprio questa storia che ci rende scomode.

Attraverso i recenti esiti di un bando per l’assegnazione dello spazio, ci fanno sapere che Atlantide deve morire e che i collettivi Antagonismogay/Laboratorio Smaschieramenti, Clitoristix/Quelle che non ci stanno e NullaOsta dovrebbero abbandonare il cassero in favore di tre associazioni completamente estranee alla sua storia più che decennale.

Per sostenerci firma qui la petizione scrivendo cosa ti piace di Atlantide http://www.autistici.org/atlantideresiste/

Posted in General | Leave a comment

22 dicembre a XM24, benefit per arrestati G8

22_feb_locanda_colori

Posted in General | Leave a comment

10 anni di punk tra Bologna e Modena

A volte succede che capita. In questo 2014 d.k. che sta arrivando succede che capita il decennale (incredibile a dirsi, ma è così!) di tre gruppi cresciuti nello stesso humus di rumore, idee costruttive, rabbia distruttiva ed esperienze difficili da dimenticare nonostante tutte le notti viziate in cui si è arrivati all’alba. Noi Baobab, NoWhiteRag e Infamia volenti o nolenti siamo nati nel pezzo di terra che passa tra Modena e Bologna, nelle stesse coordinate spazio-temporali e compiamo tutti 10 anni di attività! Quale miglior modo per festeggiare se non un’altro disastro insieme? Venerdì 17 gennaio vieni al Vecchio Son di Bologna con le più goliardiche e amichevoli intenzioni che puoi sfoderare, è una festa e ci sarà da divertirsi!

B_Party_17Gennaio2014

Posted in General | Leave a comment

DOVE SIAMO QUANDO FA FREDDO

DATE IN ITALIA E TOUR CON CALL THE COPS

DATE IN ITALIA E TOUR CON CALL THE COPS

Per più info guarda la pagina “Concerti“.

 

 

Posted in General | Leave a comment

PROGRAMMA DELLA 6a VETRINA DELL’EDITORIA ANARCHICA E LIBERTARIA

Prima occasione in cui verrà presentato il film “Punk@BO-l’aspetto punk di Bologna”, il secondo tempo riguarda anche gli Intothebaobab.

Qui di seguito il programma completo dell’evento.

ri_130607_3i

  FIRENZE 4 – 5 – 6 OTTOBRE 2013
VENERDI
17,30-18,10ALBERTO PRUNETTI: “Amianto, una storia operaia”
18,20-19,00 CIRCOLO BERNERI DI BOLOGNA: “A testa alta” di Antonio Senta
19,10-19,50 ENRICO MALTINI E GABRIELE FUGAe ‘a finestra c’è la morti Pinelli, chi c’era quella notte
20,00-20,40 EDOARDO OLMI E MATTEO PODRECCA: “Subversions II” di Anarchist Writers Bloc
20,50-21,30 Italino Rossi: volumi sulla storia dell’Unione Sindacale Italiana (USI-AIT)
21,40-22,20 C.I.R.A.Marseille: - “GARI” par Gilbert Roth.
SABATO
10,30-11,10 DAVIDE TURCATO: -Presentazione di progetti editoriali a livello internazionale riguardanti Malatesta
11,20-12,00 GIUSEPPE AIELLO: “Urupia: a casa di persone che non cercavano l’isola felice, e infatti non l’hanno
trovata » con Thea e Agostino di Urupia e degustazione di vini
12,10-12,50 ARCHIVIO GERMINAL di Carrara: “SottoControllo” con Cecilia Biancalana e
Davide Calenda
13,00-13,40 EDIZIONI ELÈUTHERA: -Filippo Trasatti e Massimo Filippi “Crimini in tempo di pace”
13,50-14,30 EDIZIONI ZERO IN CONDOTTA“La clown di Dio” di Monica Cerutti Giorgi e Mara Paltrinieri
14,40-15,20 SICILIA PUNTO L: “ Lottavo romanzo” di Marco Sommariva
15,30-16,10 EDIZIONI ELÈUTHERA: -Gianfranco Ragona e Devis Colombo “La comunità anarchica” di Gustav Landauer
16,20-17,00 BFS EDIZIONI Pisa: -Alessandro Luparini e Luigi Balsamini Nostra patria è il mondo intero”
17,10-17,50 MARTINA GUERRINI: – “Donne contro”
18,00-18,40 GIUSEPPE AIELLO: “ Kronštadt nella rivoluzione russa” di Tomasz Parczewski -
18,50-19,30 EDIZIONI LA BARONATA: -Presentazione delle proprie edizioni
19,40-20,20 CENTRO STUDI STORICI DELLA VAL DI PESA: -Atti del Convegno Pedagogia e autogestione nei Campeggi chiantigiani degli anni Settanta” A.Ciampi-S.Mori,
20,30-21,10 LIBERTARIA annuario: “L’anarchismo oggi. Un pensiero necessario” con Stefano Boni,
Luciano Lanza e Andrea Staid
21,20-22,00 CLAUDIO VENZA: -,“Anarchismo. Le idee e il movimento” di Gianfranco Ragona
DOMENICA
10,30-11,10 ENRICO MANICARDI: - “L’ULTIMA ERA”
11,20-12,00 GALZERANO EDITORE: Bozza del volume di imminente edizione “PAOLO LEGA”
12,10-12,50 PATRIZIA “PRALINA” DIAMANTE: -Presentazione del libro: “Lo statuto dei gabbiani, da Ormai è fatta! alle poesie, vita e opere del bandito gentile” di Horst Fantazzini
13,00-13,40 GREEN RIOT: – Relazione “Antispecismo è antifascismo, antispecismo è anticapitalismo”
13,50-14,30 FRONT LIBERTAIRE SAINT NAZAIRE : -Causerie sur l’aéroport de Notre-Dame des Landes
14,40-15,20 ALESSANDRO AFFORTUNATI:- “Fedeli alle libere idee. Il movimento anarchico pratese dalle origini alla Resistenza” con Giorgio Sacchetti e Andrea Giaconi
15,30-16,10 SANTO CATANUTO:  L’anarchismo a teatro, drammi e bozzetti di lingua italiana (1871-2011)”
16,20-17 EDIZIONI LA FIACCOLA: - ”Le veridiche avventure di Jean Meslier curato, ateo e rivoluzionario” di Tierry Guilabert
17,10-17,50 CO-EDIZIONE, MORI’S-ARCI S.CASCIANO V.P.: “Il mondo è il tuorlo di un uovo sodo” a cura di Stefania Mori, ARCI San Casciano V.P.
18,00-18,40 STEFANO BONI, EDOARDO OLMI, EUGEN GALASSO: “Trascendenza delle istituzioni politiche, nuovi dispositivi di potere e movimenti sociali emergenti”
18,50-19,30 BIBLIOTECA ARCHIVIO GERMINAL Carrara: fumetto “Makhno” di Jean Pierre Ducret.
19,40-20,20 BIBLIOTECA TERRA LIVRE:: Grupos de Estudos e Espaços Autônomos: Práticas Contemporâneas de Educação Anarquista, Rodrigo Rosa
20,30-21,10 LEONHARD SCHAEFER E PATIZIA CREATI: -Presentazione/lettura “Pietro Gori e Erich Mühsam- due poeti anarchici a confronto”
Sala piano terra
VENERDI
17,00 – 17,45APERTURA IN MUSICA CON LA “CONTROBANDA”
17,45 – 18,30 RAPI CAVOLI JAZZ: -Concerto
18,30-19,30 “CENERENTOLA” :Conferenza “Politica e antipolitica” con Luciano Nicolini
19,30-20,15 MEILLE: -Chanteur guitariste, avec son répertoire et ceux de Brassens et Ferré
21,00-22,00 TheatriKos compagnia: -“MARCOS - MOLTITUDINE INSONNE” drammaturgia e regia di Aniello Ciaramella
22,00-22,45 EDITORE TUTL: Fabio Bonvicini e Francesco Benozzo concerto«Libertà l’è morta» « Anarchia e quarto umanesimo »
22,45 “BERRETTO FRIGIO” Cantate di lotta e di resistenza
SABATO
11,00 ARCHIVIO FAMIGLIA BERNERI-A.CHESSA: -Dibattito sul libro di Gianpietro Berti “Libertà senza rivoluzione”
14,15-14,45 FILMIKA:-Video/ trailer “La memoria dovuta – storia di gente e di luoghi anarchici italiani” di Fabiana Antonioli
14,45-15,30 CIRCOLO BERNERI di Bologna: -Presenta: -”DIFESA LEGALE- Note per una maggiore consapevolezza” dell’Associazione di Mutuo Soccorso per il diritto di espressione.
15,30-17,30 PINO CACUCCI, ALESSIOLEGA : -”Ribelli senza rimorso” 
18,00 U.S.I. – ATENEO LIBERTARIO di Firenze: -Dibattito: “L’Anarcosindacalismo nella crisi del capitalismo globalizzato -
tra lotte rivendicative e sperimentazione autogestionaria » Relatori:Pedro Serna (CNT – AIT), Enrico Moroni (USI- AIT),un compagno dell’USI sanità Milano
20,30-21,00 KRONSTADT – CIRCOLO P. GORI di Volterra: - docu-film “Alabastrai”
21-21,30 LABORATORIO AMALTEA -Teatro Contadino Libertario-: -Corto teatrale «Il fantoccio meccanico»
21,30-22,15 ControCanto “Canti e canzoni popolari
22,15–23 ALESSIO LEGA e GUIDO BALDONI: – concerto «Mala Testa»
23 IL GENERALE: -MARK-ONE backed by DANGEROUS BAND concerto
DOMENICA
14-14,45 MAURIZIO BIGNARDELLI: -Concerto “Per Iside e Venere a Norba”; video “Isis und Venus”
14,45-15,45 PAOLO RASCONÀ E ANDREA MOTTA: -documentario “Siam del popolo gli arditi”
15,45-16,30 SACRED DRUMS: -”I nativi americani nel terzo millennio”
16,30-17,30 DIESIS TEATRANGO: -“Sacco e Vanzetti una storia italiana” regia di Moreno Betti

17,30-18,45 FABRIZIO FANTINI E LUCIANO ATTINÀ: - rockumentario “Punk.A.BO – l’aspetto punk di Bologna”

18,45-19,45 SICILIA LIBERTARIA: - documentario sul MUOS “ Come il fuoco sotto la brace” di Giuseppe Firrincieli

20,00-20,45 PUNK SKA “CAUSA”: -Concerto “Resistenza ai tempi di Muhsam e d’oggi”
21,00-21,45 BANDA LIBERATORI IN CONCERTO.
Posted in General | Leave a comment

Festa dei nazi-fascisti di tutta Europa a Cantù.

borealA Cantù, cittadina situata tra Como e Seregno si terrà giovedì 12 venerdì 13 e sabato 14 settembre il Borel festival, ovvero un ritrovo organizzato da Forza Nuova con tutti i movimenti istituzionali nazi-fascisti europei (e non solo), tanti gruppi musicali nazionalisti, tanti dibattiti su quanto sia giusto risolvere il problema della dittatura finanziaria europea sostituendola con tante dittature razziste, xenofobe, e col culto del grande capo bianco. Sembra che ci saranno proprio tutti: i gruppi che fanno azioni di violenza razziale anti-rom nell’est europa, i pestatori nazisti di Alba Dorata, ovviamente tantissimi italioti ignari che la cultura italiana è essenzialmente un derivato delle culture a sud del mediterraneo…ma a dimostrazione che la loro proposta politica non è basata sulla razza ci sarà pure un rappresentante siriano del genocida Assad a convincere le erudite masse che accorreranno all’evento di quanto sia buona un certo tipo di dittatura omicida piuttosto che un’altra.

Si sono in questi giorni alzate le voci indignate di tanti rappresentanti democratici e “antifascisti”, che purtroppo sembra non si siano ancora accorti che nel loro sistema di legalità Forza Nuova è considerata un partito come un altro, partecipa alle elezioni, e via dicendo. Quindi non si capisce per quale motivo poi non possa fare raduni e qualsiasi tipo di attività, dal momento che la democrazia, in barba a chi ha combattuto da partigiano, tollera eccome l’estrema destra. Chi ha la maggioranza vince per il nostro sistema, o no?

Noi cattivi cattivi cattivoni pensiamo invece che anche quando il duce aveva la maggioranza non facesse bene a deportare le persone…ma si sa, pensare così è da intolleranti…cazzo, siamo veramente chiusi di mente. Perchè non si possono pestare, rinchiudere o ammazzare le persone in base alla loro etnia e provenienza geografica se si ha la maggioranza??!! Brutti brutti brutti antisociali…anzi, già lo si fa in piena democrazia (vedi C.i.e., vedi brutali pestaggi a sfondo razziale, vedi campi rom bruciati nella notte, ecc, ecc..), giusto per portarsi avanti con il lavoro.

E’ giusta la libertà di parola e sono giusti i raduni, invece. Benvengano! Lasciamoli tranquillamente organizzare i loro piani d’azione politica e i loro futuri genocidi tra una birretta, un pò di rock maschio, un par de rutti e tante braccia tese. A questo festival ovviamente ci sarà una paura fottuta di infiltrazioni, una security intensa, un dress-code forse come nelle discoteche alternative. Eh già, chissà che un disperato ex partigiano malato terminale non entri imbottito di tritolo anzichè morire tristemente in ospedale…ma non credo proprio che succederebbe.  Addirittura neanche i giornalisti avranno accesso se non a qualche dibattito…sta male se riprendono i momenti salienti, quelli ce li possiamo immaginare: tipo un migliaio o più di teste rasate che intonano “Sigh hail!” con tutte le narici bianche, o corsi illustrati con l’aiuto di power point da parte dei già blasonati militanti ungheresi, o greci, su come mettersi d’accordo sottobanco con la polizia locale per non avere problemi durante le ‘cacce al venditore ambulante’.

Nonostante questa difficoltà di accesso questo raduno, è inevitabile,  richiama subito alla mente il film di Tarantino “Bastardi senza gloria”, in cui a un certo punto tutti gli ufficiali nazisti compreso Adolfo in persona si trovano tutti seduti in un cinema nella Francia occupata, per la prima di un film propagandistico di regime dal titolo “l’Orgoglio della Nazione”….l’occasione perfetta per una ragazza ebrea di vendicare la sua famiglia sterminata, ovvero bruciare il cinema con tutti i nazisti dentro. Bel film, ma la storia, quella vera, non andò affatto così purtroppo. Loro non furono le vittime, furono i carnefici. Come pensate che andrà la nostra storia? Il nostro futuro prossimo imminente, con l’estrema destra che raccoglie sempre più consensi a suon di proclami rivolti all’ignoranza dilagante e violenza in strada sempre più fitta? Con una opposizione se non accomodante, impotente. Secondo me ci sono tutti i presupposti per vivere un bel pò di tragedie esistenziali nel nostro futuro prossimo, come del resto già succede troppo, troppo, troppo spesso anche oggi. Vedi l’ultimo episodio, Clèment, un   ragazzino di 17 anni ucciso in strada dagli assassini fascisti francesi.

Ma, non è giusto impedire la festa a nessuno. A nessuno.

 

“I nostri nemici avrebbero avuto solo un modo per fermarci in tempo. Essere da subito più spietati di noi.

Adolf Hitler

 

 

Posted in General | Leave a comment

SIRIA: la terza guerra prevista

In uno dei primi post di questo blog avevo scritto che dopo Afghanistan  e Iraq il bagno di sangue sarebbe toccato alla Siria.

(UPI) SIRIA: PROSEGUONO I BOMBARDAMENTI AD HOMSNon sono un indovino, il fatto è che le dinamiche del Potere di questo ormai miserabile mondo sono fin troppo prevedibili. Ciò non è affatto un sollievo, è solo un elemento che conferma la nostra impotenza…con un “però”, un “ma”, ovvero la fievole speranza che almeno il mondo si renda sempre più conto di quel’è la testa del Potere.  Ovvero qual’è il vero nemico da colpire. Solo non si sa bene ancora come colpire un nemico così potente, anzi, non è solo potente, è il concetto di Potere stesso. Non sono sbirri, non sono muri e fili spinati: è il sistema in cui viviamo, la ciotola dove mangiamo, anche se mangeremo sempre meno.

Le saghe cinematografiche, i grandi colossal americani, sono sempre delle Trilogie. Come la Trinità, e come le tre fasi dialettiche (tesi, antitesi, sintesi) che secondo Hegel portano a compimento lo sviluppo di un processo storico (Hegel era si uno stronzo reazionario, ma aveva capito come funziona la storia del Potere, solo lo chiamava Spirito).

Che sarebbero cadute due torri e da lì sarebbero partite guerre in Medio Oriente, prima in Afghanistan poi in Iraq e in Siria si sapeva fino dal lontano 1995. Il primo a parlarne fu un amico della multimiliardaria famiglia dei capitalisti Rockfeller. Questa persona si chiama Aaron Russo e aveva accesso alla vita privata della famiglia più influente di tutti gli Stati Uniti, e una sera durante un festino, Nick Rockfeller si fece scappare delle confidenze: “Fra qualche anno succederà qualcosa: si schianteranno degli aerei e i nostri affari decolleranno.” Parlò di una nuova stagione di guerra, e parlò anche della Siria…quando Aaron gli chiese se tutto questo non fosse tremendamente sbagliato ebbe come risposta: “Sbagliato per chi? Niente è giusto o sbagliato. L’unica cosa che conta sei tu, e la tua famiglia.”

Aaron Russo dopo questo episodio, impaurito dal Potere, smise di frequentare la famiglia Rockfeller. Tutto questo era già scritto, già deciso. Obama non sta decidendo proprio nulla in queste ore. Cosa deve fare lo sa già dall’inizio e glielo ordina chi l’ha finanziato durante la sua campagna elettorale: le stesse identiche persone che avevano finanziato Bush. Wall Street è la testa del Potere, la FED è la testa Potere, chi si siede al tavolo del Bilderberg  è la testa del Potere. Politici e militari sono le braccia del Potere. Noi consumatori, siamo il corpo del Potere…ma dato che siamo troppi presto o tardi molti di noi verranno “scartati” da questo corpo…diventeremo quindi la merda espulsa del Potere.

Tutto ciò è ancora considerato complottismo da molta gente, ma basterebbe informarsi, sbattersi un minimo, e ci si rende conto che non è affatto fantapolitica, è solo la pura e semplice realtà. La Siria è l’ultimo capitolo di una Trilogia della politica estera di guerra Americana. Finito il lavoro lì inizierà una nuova fase. Il futuro, la storia, altro non è che un libro scritto dai criminali proprietari delle banche private. L’obiettivo da perseguire di un Nuovo Ordine Mondiale viene da lontano, sono i padroni di sempre che dopo il “rinascimento sociale” del dopo guerra, si vogliono riprendere quello che hanno perso durante la storia: i loro schiavi. Il primo a usare i termine “Nuovo Ordine Mondiale” in pubblico è stato Bush Senior. A me non piace molto come termine perchè innanzitutto è inesatto: dovrebbe chiamarsi Nuovo Ordine Anglo-Americano al limite. E comunque è riduttivo, perchè ogni piattaforma di controllo in fondo ambisce alle stesse cose, quindi per me è più appropriato chiamare chi vuole potere, controllo e repressione con il suo nome: semplicemente loro sono Il Potere.

Una delle cose più raccapriccianti e odiose per quanto riguarda le modalità di questi criminali che controllano il mondo riguarda il come arrivano ai loro obiettivi: la tattica dell’auto-attentato viene direttamente dal nazismo, e non a caso i primi capitalisti americani che misero le basi per l’architettura del Nuovo Ordine erano filo-nazisti. Hanno buttato giù le due Torri (piene di gente che si lanciava nel vuoto per non bruciare viva), hanno usato gli amici di famiglia Bin Laden come capro espiatorio, hanno raccontato la enorme balla delle armi chimiche in Iraq, che solo a guerra finita hanno smentito loro stessi…e infine, oggi, le armi chimiche usate nella guerra civile siriana. Come se cambiasse qualcosa se la gente muore per colpi di mitra o per dei gas….il patetismo che si somma all’orrore. Ma all’ Onu serviva questo dettaglio per dichiarare l’attacco militare come “in difesa dei diritti umani”. La cosa che mi fa più schifo è che questa gente fa anche di tutto per sembrare buona. Questa è la cosa più insopportabile, oltre ai milioni di morti innocenti, alle torture e i traumi, al mondo grigio e orribile che costruiscono ogni giorno.

Ti stupiresti se quei gas sono stati lanciati da un militare dell’esercito siriano al soldo dei servizi americani? Io no, per niente. Anzi, immagino sia andata esattamente così.

Bushbama

Bushbama

Dopo le guerre di Bush l’opinione pubblica americana non ne poteva più, nè della recessione nè di inimicarsi sempre di più il mondo intero. Obama era la speranza di tutte quelle persone, era il simbolo di un cambio di rotta…ma ancora una volta non c’è proprio niente da immaginare, basta informarsi. I suoi finanziatori erano e sono gli stessi di prima, ovvero la testa fino a qualche hanno fa invisibile del Potere. Obama ha, come previsto da chi si era informato su quali personaggi lo hanno sostenuto, non solo mancato tutte le sue promesse (dalla chiusura di Guantanamo, al ritiro dei soldati in Iraq, al ritiro delle armi dal commercio, ecc, ecc..), ma al contrario ha esteso e intensificato le stesse politiche che c’erano nell’era Bush e ora sta completando il piano iniziato nel 2001. Obama in sostanza è stato, e in parte ancora è, un perfetto cavallo di Troia.

Tutto quello che dice è estremamente ipocrita e volutamente in mala fede…e il fatto che parla dei diritti delle minoranze razziali e sessuali è solo una squallida facciata.

Un’altra previsione: finito questo ciclo, finiti i morti siriani, ricontrattati gli accordi sull’importazione delle basi petrolifere e risistemato l’assetto di controllo politico, militare ed economico in Medio Oriente, credo che dopo gli occhi del Potere guarderanno all’Africa. L’Africa è stata colonizzata dalla Cina nell’ultimo decennio.  La guerra per il controllo delle risorse è tra il blocco americano e quello cinese, e la Cina sta crescendo troppo. Tutta quella gente non può avere (matematicamente) una macchina e un computer a testa…le origini afro-americane di Obama sono la facciata perfetta per orientare emotivamente le prossime balle che ci aspettano, il nuovo orizzonte sarà quasi sicuramente l’Africa. Quello è il territorio di guerra reale più ovvio per la futura guerra per le risorse tra i due blocchi.

L’unica speranza in queste ore è praticamente che anche questi individui si rendano conto che attaccare la Siria è come accendere la miccia a una bomba che coinvolgerà tutti. E questo non conviene a nessuno credo.

IL-potere-di-tutti1Finisco queste considerazioni dicendo che è abbastanza frustante anche parlare di geo-polica estera, mi piacerebbe pensare al piccolo, al quotidiano, a quello che c’è attorno a noi, ma il Potere ragiona a si muove a livello globale e le conseguenze ricadranno anche su di noi. Non si può ignorare tutto questo. La cosa più concreta a cui credo dobbiamo opporci per contrastare questo globalismo criminale è la concretizzazione sempre più voluta sia dalla sinistra che dalla destra moderata di formare politicamente gli Stati Uniti d’Europa. L’Europa unita la vuole il Pd, come il Pdl, come tutti i blocchi della sinistra e dela destra moderata delle nazioni europee….e ci stanno anche riuscendo. Basta guardare i commenti sull’imminente attacco in Siria dello squallidissimo Pd: “Speriamo solo che l’Europa prenda una posizione unica e unificante, qualsiasi essa sia”…questo è il pericolo, come sempre: l’accentramento del Potere sotto la testa delle banche private. La testa che prima non si vedeva e ora mostra sempre più il suo volto, il volto di un antico dittatore. L’unica arma che abbiamo: la gente è tanta e quindi poco identificabile, loro sono pochi e sempre più identificabili. Inutile tirare sassi se non si sa dove mirare. Dobbiamo mirare alla BCE, dobbiamo mirare alla FED, oltre a tutte i percorsi che ci riguardano da vicino. Sta a noi scegliere se sbattercene o no, se farci controllare con facebook o no, se avere un conto in banca o no, se pur di trovare un lavoro diventare sbirri o no,  se pagare le tasse ai criminali o no, vogliamo liberarci dai padroni o vogliamo compiacerli? Scegliere, prima che sia troppo tardi.

Modi

Posted in General | Leave a comment

ChaosGender People

ChaosGender people

ChaosGender people

Posted in General | Leave a comment